Stampa

Post sull'argomento: motosega

Blog


Blog - Emporio Nuova Elica

Questo Blog è nato per proporre soluzioni inerenti la cura del verde, raccogliendo consigli e suggerimenti e descrivendo le applicazioni più appropriate per le attrezzature della gamma STIHL e VIKING. Lo scopo di questa piattaforma è quello di offrire un’ampia gamma di proposte e accorgimenti legati ai più disparati ambiti: dall’orto al frutteto, dal giardino al bosco... ma non mancheranno notizie di attualità e di costume.

Pubblicato il da

Josef Lang Scultore del Legno

Leggi tutto il messaggio: Josef Lang Scultore del Legno

Chi è Josef Lang: Josef Lang ha scoperto il suo interesse per la rappresentazione tridimensionale e per le figure in plastilina da bambino. In un primo momento, dopo una formazione in economia aziendale, ha lavorato nel settore commerciale. Poi ha cominciato un percorso di formazione come scalpellino, al quale fecero seguito gli studi sulla scultura. Dal 1986, Josef Lang vive e lavora come scultore indipendente.

Sig. Lang, come è arrivato alla scultura?

Josef Lang (JL): Da bambino, quando facevo un disegno rimanevo sempre deluso: se giravo il foglio sul retro non si vedeva nulla. Mi ha sempre interessato l’aspetto delle cose viste da prospettive differenti. La scultura permette di avere diversi punti di vista sul risultato.

Perché le sue sculture sono in legno, e perché sono così grandi?

JL: Lavoro con il legno già da molto tempo. Però, fino a che non realizzai la mia prima scultura grande, avevo sempre creato figure che al massimo erano a grandezza naturale. La prima opera di grandi dimensioni è nata in maniera piuttosto spontanea: avevo scoperto per caso che nelle vicinanze era caduta una grossa quercia. Ci sono andato, l’ho guardata e l’ho comprata. Da questa ho poi intagliato la mia prima scultura di grandi dimensioni.

Perché proprio il legno e non un altro materiale?

JL: Penso che il legno sia caldo e vivo, a differenza della pietra o del metallo. Ha semplicemente un’energia diversa. Quando faccio sculture su commissione di solito sono i clienti a chiedermi esplicitamente il legno.

Da dove prende il legno per il suo lavoro?

JL: All’inizio telefonavo in giro chiedendo tronchi d’albero: alla guardia forestale, alle associazioni di proprietari forestali, alle agenzie della rete stradale e ai privati. Ormai mi conoscono in molti, anche perché una volta, per un grosso progetto, ho cercato il tronco giusto in tutta Europa. Ora sono gli altri a chiamarmi quando hanno un tronco. Nel frattempo ho un deposito di tronchi qui da me. Come prima cosa, i tronchi devono asciugare tre o quattro anni. Quando si stacca la corteccia significa che sono “maturi” per essere lavorati.

Josef_Lang_traccia_la_scultura_in_legno

Compra qualsiasi tronco riesca ad ottenere?

JL: No, vado sul posto e do un’occhiata al materiale. Deve essere tecnicamente adatto: non deve essere marcio al centro, non devono esserci crepe di gelo negli anelli annuali, né rami marciti. Spesso queste cose non si vedono da fuori, ma solo quando si taglia. Questi difetti fanno sì che dei pezzi di legno si stacchino. Quando riesco a prevederlo, cerco di girare intorno al problema cambiando la concezione della figura.

Come procede nella realizzazione di una scultura?

JL: Prima di iniziare a tagliare, passo diversi giorni a girare intorno al tronco, per cercare di capire cosa c’è dentro. Poi inizio ad immaginarmi la posizione, dall’orientamento della testa a come la figura tiene le braccia, finché l’immagine si crea nella mia testa. Porto il tronco nel mio laboratorio, lo posiziono su una piattaforma girevole e lavoro con un elevatore con un box grigliato. Io sto dentro quel box. Così posso muovermi dal basso verso l’alto e girare il tronco in tutte le direzioni. Il progetto ce l’ho in testa, uno specifico per ogni tronco. Per questo non uso modelli, disegno soltanto i tagli principali sul legno e poi ci pensa la STIHL.

Nel suo laboratorio ci sono diversi modelli di motoseghe STIHL, con quale preferisce lavorare?

JL: La mia preferita è la MS 441 con lunghezza di taglio 70 cm, per i tagli diagonali. Con una sega più piccola non si riesce sempre a vedere dove si taglia. È importante vedere da dove esce la punta della lama durante il taglio. Quando ho fatto un taglio importante, come prima cosa devo scendere e fare il giro, per vedere che effetto fa dall’altra parte. In fondo ogni prospettiva ha la sua importanza.

Josef_Lang_usa_la_motosega_Stihl

Quanto tempo ci mette a completare una scultura?

JL: A seconda delle dimensioni ci vogliono dalle quattro alle sei settimane. Non si può lavorare otto ore al giorno su una figura così, a un certo punto non se ne può più: quando hai in mano una motosega da 70 cm devi essere perfettamente concentrato. Taglio sia in diagonale che in verticale; sia nella direzione delle fibre, che in direzione opposta, sono molti movimenti diversi. E questo richiede una forte concentrazione.

Josef_Lang_con_la_tuta_antitaglio_stihl

È possibile vedere i suoi lavori?

JL: Sì, alla fiera d’arte ART a Karlsruhe, dal 18 al 21 febbraio. Oppure cercate una delle sculture esposte nei luoghi pubblici, ne trovate un elenco sul mio sito

Josef_Lang_dipinge_la_scultura_in_legno

Josef_Lang_solleva_la_scultura_in_legno

Josef_Lang_la_scultura


Articolo tratto dal Blog di STIHL

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: STIHL, legno, motosega, scultura
Pubblicato il da

Guida all'utilizzo della Motosega Stihl

Leggi tutto il messaggio: Guida all'utilizzo della Motosega Stihl

La motosega è un'attrezzatura da lavoro che può diventare pericolosa se usata con tecniche operative sbagliate, e se si trascurano le avvertenze di sicurezza. Ecco alcuni degli argomenti trattati in questa Guida:

Forze di reazione – come controllarle Le forze di reazione si formano durante il taglio, quando la catena in movimento tocca ad alta velocità il legno. Quelle che si creano più di frequente sono:

  • strappo
  • contraccolpo
  • rimbalzo (può essere mortale)

Operazioni prima dell’avviamento :

  • Controllo del gruppo motore
  • Controllo della spranga di guida e della catena
  • Controllo della zona di lavoro
  • Controllo del legno da tagliare

Abbigliamento di Protezione

Tecnica di Avviamento della MotosegaTecnica di Avviamento, 2 Metodi per farlo correttamente e in sicurezza:

  • Avviamento fra le ginocchia
  • Avviamento al suolo

Tecnica di lavoro : 

  • Posizione del corpo
  • Come tenere e guidare la motosega

Tecnica di Taglio: Metodo 1​Tecnica di Taglio

Tronchi piccoli

  • Cavalletto

Tronchi grossi, 2 Metodi :

Metodo 1

  • Intaccate il tronco in diversi punti fino a circa 3/4 del diametro
  • Girate il tronco e bloccatelo, se necessario
  • Completate i tagli iniziati sul lato opposto

Tecnica di Taglio: Metodo 2Metodo 2

  • Una parte di tronco appoggia stabilmente (ev. bloccarla con un pezzo di legno o con cunei) e serve da arresto del tronco da segare
  • In questa parte di tronco praticate un intaglio a V, in modo da potervi sistemare il tronco da tagliare
  • Appoggiate il tronco da tagliare nella cavità a V

Abbattimento dell’albero

Operazioni preliminari:

  • Controllate la zona dell’operazione
  • Esaminate l’albero
  • Determinate la direzione di caduta
  • Circoscrivete l’area nella quale non devono trovarsi altre persone
  • Determinate i percorsi sui quali allontanarvi dall’albero che cade
  • Sgomberate l’area di lavoro intorno al tronco

Tronchi piccoli

  • Taglio obliquo

Tecnica di AbbattimentoTronchi grossi

  • Cerniera : la larghezza deve essere di almeno 1/10 del diametro del tronco
  • Taglio della tacca: determina la direzione di caduta
  • Incisione del taglio di abbattimento

Taglio di abbattimento con:

  • diametro del tronco minore della lunghezza della spranga
  • diametro del tronco maggiore della lunghezza della spranga

Rimessaggio : prima di riporre la motosega, è bene controllare e pulire la motosega, la spranga e la catena.

In caso di pause prolungate per oltre 3 mesi:

  • Vuotare il serbatoio in un luogo bene aerato – smaltire il carburante rispettando l’ambiente
  • Vuotate il carburatore lasciando in funzione il motore finché non si spegne - così prolungherete la durata delle membrane del carburatore
  • Riempite il serbatoio dell'olio catena
  • Mettete al sicuro la motosega in un ambiente asciutto e riparato dal gelo

Affilatura della Catena


Clicca sull'immagine qui sotto per scaricare gratuitamente la Guida Completa in formato PDF:

Scarica Gratis la Brochure!

Leggi tutto il messaggio